Back to ’80s con Campari

Back to ’80s con Campari

Paolo Sorrentino porta in scena la ri(e)voluzione del Calendario Campari 2017

E’ un look back to ’80s quello di Campari sfoggiato da Caroline Tillette in Killer in Red, che nell’ultimo cortometraggio diretto da Paolo Sorrentino che ci ricorda un po’ la provocante Jessica Rabbit.

Nel cortometraggio la sensuale attrice franco svizzera ammalia l’attore britannico Clive Owen con un vestito rosso davvero mozzafiato. L’abito è stato creato da Carlo Poggioli, rinomato costume designer, che dopo The Young Pope si vede nuovamente affianco al grande Paolo Sorrentino in Killer in Red.

Carlo Poggioli racconta che il noir è ambientato negli anni ’80 e l’ispirazione per l’abito rosso indossato da Lady in Red è venuto dalle collezioni dei grandi stilisti dell’epoca, “abbiamo usato tessuti morbidi e il design wrap dress, entrambi molto popolari in quegli anni”.

Infatti fu proprio nel ’74 che il wrap dress fu lanciato dalla stilista belga Diane von Fürstenberg, un design che rivoluzionò le silhouette femminili degli anni ‘80.

Ideato per aderire alle curve del corpo, “avvolgendolo” come un mazzo di fiori, il wrap dress si incrocia davanti come un kimono, si stringe in vita con una cintura che rimane fissa su un lembo e si insinua in un’asola sul fianco opposto. Proprio come un mazzo di fiori! Simbolo di libertà, femminilità e indipendenza, dà alle donne ciò che cercano: eleganza, sensualità e praticità.

“La Donna in Rosso doveva essere misteriosa, intrigante, sexy e penso che il vestito lo trasmetta molto bene” afferma Poggioli “il costume e lo stile sono un fattore chiave per trasmettere l’autenticità di un personaggio”.
Merito anche di Bulgari, che ha aiutato a completare il look con i suoi splendidi gioielli di rubino e diamanti(!!). Così Caroline Tillette ha incarnato perfettamente la misteriosa donna di Killer in Red che Sorrentino aveva immaginato.. lasciando tutti a bocca aperta!

Ecco il video Killer in Red

 

This is My Life

One Comment

Cosa ne pensate?